Skip to main content

Posts

Showing posts from June, 2013

La FTC intende ridurre le cause pretestuose intorno ai "patent"

Secondo quanto riportato dal New York Times, la FTC (Federal Trade Commission) è stanca delle guerre giudiziarie che si articolano intorno ai "patent".
Pare infatti che la Presidente della FTC, Edith Ramirez, si prepari a proporre un’inchiesta che ponga i c.d. “patent trolls” sotto verifica da parte dell’Autorità Federale.
Se l’inchiesta prenderà avvio, le entità che cadranno sotto la lente della FTC, dovranno fornire un resoconto dettagliato del loro funzionamento e dimostrare se riconoscano quanto dovuto agli originari proprietari dei patent. Apparentemente, la Presidente FTC non ha un obbiettivo specifico, bensì si prefigge lo scopo di perseguire ad ampio raggio, quei soggetti che possano ostacolare il progresso tecnologico.
Probabilmente questa strategia è d'interesse nei confronti delle entità costituite "ad hoc" ma quale efficacia avrà verso le Big Company che all'occorrenza si trasformano in "patent troll"?

Arriva la Playstation4 !

Ecco una delle primissime immagini della PS4.


Questa è la dotazione hardware nota ad oggi (in realtà il sito ufficiale parla di dotazione che potrà subire mutamenti e contrassegna le specifiche, di seguito elencate, con la data 20 febbraio 2013):

Drive ottico (solo lettura):
- BD 6x CAV
- DVD 8x CAV

Specifiche Processore principale:
- Processore personalizzato single-chip
- CPU: basso consumo x86-64 AMD "Jaguar", 8 core
- GPU: 1.84 TFLOPS, AMD RadeonTM Graphics Core Next engine

Connessioni:
USB Super-Speed (USB 3.0),
Uscita AV
HDMI

Unità disco fisso:
Integrata (probabilmente 500 GB)

Comunicazione:
Ethernet (10BASE-T, 100BASE-TX, 1000BASE-T)
IEEE 802.11 b/g/n
Bluetooth® 2.1 (EDR)

Memoria:
GDDR5 da 8 GB

Per saperne di più:

Playstation4, il sito ...


USA: la polizia può raccogliere il DNA di chi viene arrestato [Maryland v. King, 12-207]

Una recente sentenza della Corte Suprema ha stabilito che la Polizia è legittimata ad assumere il DNA dei soggetti tratti in arresto con il sospetto che abbiano commesso reati violenti.
Questa discussa decisione, in realtà, si allinea con una prassi ormai adottata in più della metà degli Stati dell’Unione e dallo stesso Governo federale.
Nell’ambito dell’acceso dibattito che ne è derivato, si sono espressi i componenti della Corte che si sono opposti alla decisione, la definizione di “serious crime” è stata ritenuta troppo evasiva e “opinabile”, il Giudice Antonin Scalia ha precisato che “Because of today’s decision, your DNA can be taken and entered into a national database if you are ever arrested, rightly or wrongly, and for whatever reason”. Ed è forse questo uno dei punti più delicati, infatti l’innocenza (sia pure appurata a posteriori) del soggetto arrestato non comporta la distruzione del campione prelevato.
In realtà l’obiezione di Scalia viene superata dal motivo per il quale la…